Parliamone

il nostro blog

CAD tessuti

Pointcarré, aria nuova attorno ai tessuti

Ci occupiamo di tessuti da sempre, ricordiamo con un po' di nostalgia i primi software per tinto filo del lontanissimo 1985. Da allora di acqua sotto i ponti ne è passata tanta, sono arrivate le stampanti ink-jet per le simulazioni delle varanti su carta, poi le stesse stampanti in grande formato per stampare direttamente i tessuti. I software si sono adeguati ma da molti anni non si vedevano nuovi sviluppi. Oggi finalmente abbiamo incontrato qualcosa di nuovo, si chiama Pointcarré

Siamo andati a fondo ed abbiamo scoperto una realtà che ha sviluppato un software molto interessante per i creativi ed i tecnici dell'area tessuto, che potranno approfittare di una tecnologia raffinata e molto efficace per la creazione delle loro collezioni. 

In sostanza Pointcarré propone un software modulare che abbraccia l'area creativa e tecnica dello sviluppo dei tessuti:

  • Separazione disegni per stampa
  • Messa a rapporto
  • Variantatura
  • Tessuti tinto filo
  • Tessuti Jacquard
  • Maglieria
  • Ambientazione tessuti 3d

Un unico software, una interfaccia, per Windows e Macintosh

Il primo impatto fa pensare ad un Photoshop-killer, perché l'interfaccia riprende l'aspetto del famoso software di Adobe, ma non è così perché Pointcarrè non si pone come antagonista a Photoshop, bensì una valida alternativa tecnica che si adatta meglio alle esigenze del disegnatore di tessuti e del variantista. 

Le prestazioni sono il punto di forza principale; grazie ad una serie di funzioni automatiche per la riduzione dei colori, la separazione a canali e le varianti. Pointcarré interpreta l'originale, lo separa automaticamente e genera una serie di varianti coordinate, come si può evincere dallo "speed test" a cui abbiamo sottoposto in parallelo Photoshop e Pointcarré:

speedtest.jpg

Per saperne di più segui questo link alla scheda completa del software Pointcarré, dove troverai anche la form per richiedere un contatto, una demo. 

Search